A Gaeta test sierologici gratuiti

Inizieranno sabato 23 maggio i test sierologici gratuiti destinati alle persone che hanno le seguenti caratteristiche ed un ISEE fino a 3mila €: donne in gravidanza; gli over 65 affetti da ipertesione; immunodepressi; diabetici; pazienti cardiopatici. Si parte con 200 test gratuiti e, qualora ci sarà disponibilità, si andranno ad ampliare le fasce di reddito che potranno farne richiesta.

“Ancora un’iniziativa – commenta il Sindaco Cosmo Mitrano – che, in questa circostanza, realizziamo grazie alla disponibilità del centro Gamed e che è finalizzata alla prevenzione. Attraverso i test sierologici, riusciremo ad avere un quadro più chiaro sullo stato della diffusione del virus nel nostro territorio. Un’importante azione destinata soprattutto alle fasce sociali più vulnerabili e deboli della nostra città. I test sierologici, infatti, sono delle analisi del sangue, che si svolgono tramite un semplice prelievo. Test che servono a capire se la persona è entrata in contatto, in precedenza, col nuovo Coronavirus e ha avuto l’infezione anche in maniera silente.
In particolare, si stabilirà se e quando la persona ha sviluppato gli anticorpi specifici per il Sars-CoV-2. Alla luce di questi dati importantissimi, inoltre, avremo uno strumento in più per pianificare nei dettagli anche la ripartenza”.

“Il Comune – spiega l’Assessore alla Sanità Teodolinda Morini –  grazie al centro Gamed che ha messo a disposizione 200 test sierologici gratuiti, si è attivato per raccogliere le richieste dei residenti che hanno le caratteristiche indicate per consentire l’esame gratuito finalizzato ad accertare la presenza del virus Covid-19. Un  test che rientra nelle indicazioni indicate dal Ministero della Salute sull’affidabilità ed è solo indicativo di un possibile contagio. Se dagli esiti si risulta positivi alle IgM e quindi potenzialmente affetti dal Covid-19, ci si dovrà rivolgere al proprio medico di medicina generale per effettuare ulteriori accertamenti”.

“Per richiedere l’esame gratuito – spiega Gianna Conte Presidente Commissione Sanità – qualora si rientra nei parametri indicati, si può inviare una mail al seguente indirizzo: testsierologici@comune.gaeta.lt.it specificando nome, cognome, luogo e data di nascita, recapito telefonico. L’esecuzione di questi test, rappresenta un primo screening epidemiologico finalizzato ad individuare una potenzialità di contagio, monitorando la ricerca dell’asintomatico e garantendo così una maggiore sicurezza alla comunità”.

Formia, riapre il Centro Caritas San Vincenzo Pallotti

Dopo alcuni lavori di sistemazione, ha riaperto a Formia il Centro Caritas San Vincenzo Pallotti, sito in Piazza San Rocco nel centro storico di Castellone e donato diversi anni fa dalle Suore Pallottine. A mostrare il risultato don Alfredo Micalusi, parroco di Sant’Erasmo e direttore della Caritas diocesana di Gaeta, ha evidenziato come i lavori hanno chiesto un notevole impiego di denaro soprattutto da parte dell’arcidiocesi di Gaeta, da cui il Vescovo ha mostrato quanto alta sia la sua attenzione verso i poveri.

La struttura è ora pronta ad accogliere 25 persone, offrendo loro un posto letto, servizi igienici e pasti caldi.

Il centro, però, tornerà ad adoperarsi anche nel campo dentistico, infatti parallelamente alla riapertura saranno di nuovo attive le cure odontoiatriche, ma non protesiche o ortodontiche, messe a disposizione da un gruppo di dottori qualificati, con esperienza e coordinati dal Dottor Francesco Occipite Di Prisco, il quale, presente alla cerimonia, ci ha tenuto a mettere in risalto l’utilità di questo servizio non solo a coloro che vivono in condizioni di povertà ma anche a quelle persone che si trovano a pagare lo “scotto” dell’irraggiungibilità degli ambulatori di Gaeta.

Un ruolo importante è stato giocato sicuramente dal Comune di Formia, che per il Sindaco Paola Villa, ha messo a disposizione quello che si poteva con la consapevolezza che non è sufficiente e bisogna fare di più. Si tratta di una prima sfida vinta per il Primo Cittadino Di Formia, perché la vera vittoria arriverà quando un simile centro nascerà nelle case sequestrate di Ernesto Bardellino.

Non è mancato il contributo del Distretto Socio Sanitario, per il quale era presente il Sindaco Cosmo Mitrano, essendo Gaeta ente capofila. Mitrano si è detto emozionato e meravigliato nel vedere come i lavori siano stati svolti nei minimi particolari soprattutto da parte di Don Alfredo Micalusi, rendendo così possibile l’accoglienza dei cosiddetti “invisibili”. Non poteva il distretto venire meno alla volontà di 9 Sindaci, che all’unanimità hanno sempre deliberato la voglia di far tornare attivo un servizio intercomunale ed intersettoriale.

A benedire il Vescovo di Gaeta Mons. Luigi Vari, che , accompagnato da altri parroci, si è mostrato soddisfatto nell’osservare come siano stati proficui gli sforzi economici dell’Arcidiocesi e degli altri enti che hanno contribuito, mostrando che il vero aiuto alle persone bisognose si da solo rispondendo alle loro vere esigenze.

Il patto di amicizia Gaeta-Cina, le parole del sindaco Mitrano - AUDIO

Nei giorni scorsi, come reso noto dallo stesso sindaco della città del Golfo Cosmo Mitrano, l’Intero Golfo di Gaeta è stato protagonista ad un meeting internazionale dell’economia “Wujiang Investment and Trade Fair” seguito anche da uno dei media nazionali cinesi.

In quell’occasione è stato sottoscritto anche un patto di amicizia tra le due comunità, quella italiana e quella cinese, mettendo al centro la città di Gaeta e l’intero Golfo, che nel corso degli ultimi anni e degli ultimi tempi, ha fatto grandi passi in chiave di marketing territoriale e promozione turistica. Protagonista della trasferta asiatica il sindaco Cosmo Mitrano.

Gaeta, presentata la IV edizione di "Gaeta si illumina con favole di luce 2019-2020"

Quindici classiche postazioni luminose tra case, orsetti, fiori e farfalle con l’aggiunta di 15 video mapping e proiezioni artistiche e tanti eventi illumineranno la città di Gaeta dal 3 novembre al 19 gennaio per la IV edizione di “Gaeta si illumina con favole di luce 2019-2020”.

La presentazione questa mattina (18 ottobre 2019) in una conferenza stampa, che si è tenuta presso la Sala Consiliare del Comune di Gaeta alla presenza del Sindaco Cosmo Mitrano, di assessori, consiglieri, associazioni, commercianti e cittadini.

Novità di quest’anno il progetto che si pone come fine ultimo quello di legare il nome e l’immagine di Gaeta alla storia dei monumenti più importanti tra cui il Tempio di San Francesco, Palazzo De Vio, le Chiese di San Biagio e dei SS. Cosma e Damiano.

A Rendere l’idea di questa novità la trasmissione di una serie di foto, che hanno dimostrato come Gaeta non è solo storia ed enogastronomia ma anche emozioni che fanno sognare.

Il Primo Cittadino gaetano auspica in un aumento delle presenze di circa il 20% rispetto all’anno scorso.

A testimoniare la caratura nazionale e internazionale delle splendide luminarie il Presidente di Confcommercio Lazio, il quale ha evidenziato la conoscenza dell’evento, grazie anche ai social, fino in Albania.

Un messaggio forte questo per Mitrano, in quanto spinge a far crescere il progetto e dà soddisfazione a tutti coloro che hanno fortemente creduto in questa progettualità.