Le scrittrici Chiara Valerio e Michela Murgia al Castello di Miturno

In occasione della recente pubblicazione di Il cuore non si vede, l’ultimo romanzo di Chiara Valerio, la scrittrice dialogherà con la collega Michela Murgia su come la letteratura sia palestra di una politica fatta di immaginazione e realtà ed esploreranno le potenzialità della scrittura. Ironia, vivacità culturale, arguzia, passione civile, capacità di approfondimento, di raccontare la provincia italiana con originalità e disincanto, cogliendone luci ed ombre: sono le caratteristiche che le accomunano. Doti che le hanno rese protagoniste dell’attuale panorama letterario italiano. Al termine brindisi augurale. 

«Siamo lieti – dichiarano il Sindaco Gerardo Stefanelli e l’Assessore alla Cultura Immacolata Nuzzo – di ospitare le scrittrici Michela Murgia, vincitrice del Premio Campiello 2010, e Chiara Valerio, figlia della nostra terra, che porta sempre in giro per il mondo Scauri, suo paese natìo. Questo appuntamento arricchisce il calendario cittadino di eventi natalizi e rappresenta un’opportunità per trasmettere, soprattutto ai giovani, l’amore per la lettura e la scrittura, attraverso il nuovo libro della Valerio, in cui si mescolano ironia, passione e mitologia». 

L’incontro è organizzato dal Comune di Minturno in collaborazione con la libreria Tuttilibri di Formia ed è inserito nella XV rassegna “Natale al Castello”, promossa dall’Amministrazione Civica con il contributo della Regione Lazio e con il supporto della Comunità Montana degli Aurunci, la Pro Loco , il Consorzio Vivi Minturno Scauri e Radio Antenna Verde. Presso il maniero minturnese è possibile ammirare le Mostre dei Presepi, “La fragile bellezza” (Progetto Meteore) e l’esposizione dei quadri votivi della “Sagra delle Regne”, la tradizionale festa del grano allestita nel secondo week-end di luglio.

Chiara Valerio, Il cuore non si vede, Einaudi
Una mattina, dopo sogni inquieti, Andrea Dileva si sveglia senza cuore. Non è morto, certo, ma forse non è vivo. Semplicemente sta scomparendo sotto gli occhi severi e distratti delle (troppe?) donne che gli stanno intorno. Perchè siamo fatti di legami oltre che di tendini, muscoli e ossa. Di allegrie immotivate, mancanze, ferite, amori imperfetti. Un vorticante romanzo quasi sentimentale sulle cose che ci uccidono e le persone che ci tengono in vita. Chiara Valerio racconta con una leggerezza rara le metamorfosi delle relazioni e la loro meccanica involontaria.

Chiara Valerio
Nata a Scauri nel 1978, vive a Roma e a Venezia. E’ responsabile della narrativa italiana della casa editrice Marsilio e lavora a Rai Radio3, dove conduce il programma L’Isola Deserta ed è consulente per il programma Ad Alta Voce. Ha studiato e insegnato matematica per molti anni e ha un dottorato in ricerca in calcolo delle probabilità. Ha scritto romanzi, racconti, saggi, testi teatrali, tradotto testi di Virginia Woolf, lavorato per il cinema con autori quali Nanni Moretti e Gianni Amelio. Nel 2019 ha pubblicato il romanzo Il cuore non si vede e partecipato, con Michela Murgia e altre importanti scrittrici, all’antologia Le nuove eroidi,  reinterpretando il classico di Ovidio. Redattore di Nuovi Argomenti, collabora con la Repubblica e il mensile Amica.

Michela Murgia
Nata a Cabras nel 1972, vive a Roma. Ha pubblicato libri tradotti in tutto il mondo. Il suo romanzo d’esordio, Il mondo deve sapere, ha ispirato il film di Paolo Virzì Tutta la vita davanti e nel 2010 ha vinto il Premio Campiello con Accabadora. Tra i suoi titoli più recenti Futuro interiore,  Istruzioni per diventare fascisti, Noi siamo Tempesta e con Chiara Tagliaferri Morgana. Storie di ragazze che tua madre non approverebbe. Autrice per il teatro, voce televisiva e radiofonica, è molto attiva sui social network dove interviene sull’attualità politica e sociale.

A Minturno, Gaeta e Sperlonga la 1^ tappa del “TOUR DEPURATORI” di Acqualatina.

Si è svolta giovedì 17 ottobre 2019, presso i depuratori di Minturno, Gaeta e Sperlonga la 1^ tappa del “Tour depuratori” , un viaggio all’interno dei principali impianti di depurazione, organizzato da Acqualatina e rivolto a Istituzioni, giornalisti e stakeholders per scoprirne i funzionamenti e le tecnologie, per entrare nel vivo del processo che trasforma le acque reflue fognarie in acque limpide e pure da reimmettere in natura.

A dare il benvenuto l’Amministratore Delegato della società, Marco Lombardi, il quale ha spiegato che la qualità delle acque depurate è un passaggio fondamentale del sistema idrico integrato e una garanzia di tutela ambientale. Per questo vengono effettuate annualmente  analisi su circa 30mila parametri sia tramite i loro  laboratori certificati che tramite quelli dell’ARPA, garantendo così la purezza delle acque e contribuendo fattivamente all’assegnazione delle uniche Bandiere Blu di tutto il litorale laziale.

Accanto all’Amministratore delegato il Consigliere di Acqualatina Alessandro Cerilli, che,  facendosi portavoce del Presidente della Spa, Lauriola, ha spiegato come sia l’incontro di ieri che quelli in advenire rientrano in un’ottica di trasparenza con la volontà di rendere maggiormente pubblico l’operato quotidiano della società.

Per il Comune di Minturno era presente il Sindaco Gerardo Stefanelli , soddisfatto dell’iniziativa in quanto questo tipo di iniziative volte alla trasparenza  il migliore antidoto alla disinformazione e ai timori più vari. Il Primo Cittadino minturnese si è detto orgoglioso dell’efficienza del depuratore di Minturno.

In rappresentanza del Comune di Gaeta l’assessore all’ambiente Felice D’Argenzio, che ha sottolineato quanto la depurazione è un tema molto delicato e sentito, specialmente nel nostro territorio, votato al turismo e che è necessario  andare oltre e sviluppare insieme dei sistemi per il riutilizzo delle acque depurate, progetto per il quale Gaeta si propone come Comune pilota.

Ad esprimere soddisfazione anche l’Assessore alla tutela del territorio di Sperlonga, Stefano D’Arcangelo per il quale ora bisogna pensare ai prossimi passi verso un percorso di economia circolare.

Presente a questa prima tappa anche Legambiente Circolo Verde Azzurro Sud Pontino con il presidente Edoardo Zonfrillo che, in passato, nel corso di un incontro casuale sul traghetto per Ventotene, avvenuto in occasione dell’arrivo della Goletta Verde, ha chiesto ad Acqualatina di farsi promotrice di un Open Day dei depuratori come da tempo istituito dalla Sogin per il decommissioning delle centrali nucleari.

Nelle prossime settimane i tour proseguiranno nel resto del territorio dell’ATO4 – Lazio meridionale.

Minturno, Ecco le nuove deleghe agli Assessori

Con un post su Facebook, il sindaco di Minturno Gerardo Stefanelli ha comunicato che oggi (16 ottobre n.d.r.) ha provveduto a firmare i decreti per la delega di specifiche materie agli Assessori:

  • Ing. Daniele Sparagna: Vicesindaco – bilancio e patrimonio;
  • Avv. Mino Daniele Bembo: lavori pubblici;
  • Prof.ssa Immacolata Nuzzo: cultura, pubblica istruzione, cerimoniale e pari opportunità;
  • Sig. Pietro Nicandro D’Acunto: personale, politiche di gestione dei rifiuti, igiene urbana, parchi urbani e verde pubblico;
  • Sig.ra Elisa Venturo: attuazione del programma, mobilità e bandiera blu.

Tutte le materie non delegate agli assessori saranno esercitate dal Sindaco, direttamente o per mezzo di propri delegati individuati tra i consiglieri comunali e/o con l’apporto di delegati esterni. Stefanelli ha anche comunicato che nei prossimi giorni provvederà “ad individuare i delegati esterni e le materie da delegare a specifici consiglieri.

Scauri, Antonio Lepone presenta il suo libro “il basket a Scauri” edito Caramanica.

Sabato 28 settembre, ore 18, presso il Lido Delizia a Scauri, Antonio Lepone presenta il suo ultimo libro “il basket a Scauri”. In questo libro l’autore parla della bella realtà socio-sportiva del Basket Scauri, radicata in una cittadina di 8.700 abitanti, e costituendo un fenomeno più unico che raro in Italia.

L’autore descrive come la pallacanestro sia diventato uno dei simboli della comunità scaurese, un elemento identitario della località turistica del Basso Lazio, oltre al mare e alla spiaggia, frequentata già dagli antichi Romani.  Questo sport è divenuto, nel tempo, un elemento identitario della località turistica del Basso Lazio.

Il  libro si caratterizza come un viaggio attraverso i 70 anni della compagine pontina, impegnata per 18 stagioni nel Campionato Nazionale di serie B, contiene ricordi e testimonianze di chi c’era e di chi c’è “sul parquet” e “ai bordi del campo”, dando spazio a volti e storie dei vari protagonisti biancazzurri, artefici del movimento e a chi ha lasciato un segno nel cuore della tifoseria.

La presentazione, moderata da Sandro Gionti, giornalista de “Il Messaggero”, sarà introdotta dai saluti istituzionali del Sindaco di Minturno Gerardo Stefanelli e vedrà gli interventi  di Giovanni Del Giaccio, altro giornalista de “Il Messaggero” e del professore Mario Arceri, giornalista-docente di comunicazione presso l’Università di Tor Vergata. Le testimonianze saranno a cura del ragioniere Roberto Di Cola, presidente del Silva Group Basket Scauri, di Antonio Di Lella, attuale  consigliere comunale di Caserta ed ex play della Juve Caserta (serie A2) e del Basket Scauri (serie B), del professore Antonio Riscolo, docente di educazione fisica ed ex guardia del Basket Scauri (serie B). Le conclusioni saranno affidate al dottor Bruno Strati, Viceprefetto e già Commissario Prefettizio del Comune di Minturno.

Antonio Lepone, attuale addetto alle Relazioni Esterne del Comune di Minturno e giornalista del quotidiano “Il Messaggero”, non è alla sua prima opera: nel 1993 ha scritto “Scauri” con la prefazione del professor Pasquale Maffeo, nell’Anno Giubilare 2000, ha dato alle stampe il lavoro “Il culto mariano a Scauri” con l’introduzione di padre Gianfranco Grieco e nel 2005 ha pubblicato il volume “Marco Emilio Scauro Princeps Senatus” con la presentazione del docente universitario Giuliano Crifò.