Le attività di arricchimento dell'offerta formativa dell'istituto comprensivo V. Pollione continuano a distanza.

L’istituto comprensivo V.Pollione di Formia continua a lavorare incessantemente e a proporre le attività di arricchimento dell’offerta formativa programmate, anche se a distanza.

Prima la realizzazione, su proposta del dipartimento di arte e Immagine della scuola secondaria e per un’idea del prof. Rossini, di una raccolta di disegni per mettere in un unico cuore tutti i sentimenti vissuti dagli alunni durante le vacanze  di Pasqua e raggruppati poi in un unico video, reso visibile sul portale scolastico.

Ed ora la scuola prenderà parte alla XXXI Rassegna musicale nazionale “La musica unisce la scuola”, organizzata on line da Indire.

Dal 25 al 30 maggio, esperti, professionisti e docenti affronteranno numerosissimi temi legati alla didattica (anche a distanza) della musica: la coralità virtuale, il potenziamento della lezione di strumento, le problematiche/opportunità della pratica musicale a distanza. E ancora, la music dance, il jazz a scuola, il rock, il rapporto tra la musica e gli altri ambiti disciplinari e culturali come la territorialità, la tradizione, la liturgia, la matematica, la storia , l’arte e le lingue comunitarie.

Chiaro il messaggio lanciato dall’Istituto, attraverso le parole della sua dirigente scolastica Annunziata Marciano: “È importante organizzare la settimana della musica, che quest’anno ha come tema la musica che unisce, nonostante il periodo di emergenza che comunque ha condizionato anche emotivamente la vita di tutti. La scuola, però,  deve essere pronta a dimostrare in ogni momento il suo essere e saper essere famiglia”.

Il collegio docenti insieme alla dirigente si dicono rammaricati di non poter concludere l’anno scolastico con l’incontro corale del musical nel coinvolgimento di scuola e territorio, ma rassicurano che non mancherà la fine anno che tutti potranno vedere sul sito della scuola.

Formia, I rappresentanti dei genitori ringraziano i docenti della Scuola "Santa Maria"

L’arrivo dell’emergenza prima e della pandemia dopo per il coronavirus, è stato un momento in cui tutti si sono sentiti smarriti e spaventati, si è stati costretti a riorganizzare la propria quotidianità, ridefinendo tempi, ritmi e spazi, i bambini si sono sentiti soli, allontanati dagli affetti, privati degli amici, delle maestre, dello sport, intenti a cercare una normalità fatta di video, foto, chat, lezioni virtuali e tutorial e che ancora non arriva.

In questa situazione c’è stata però “una nota di colore”, quella della DAD della Scuola Santa Maria di Formia, dove tutti gli insegnanti , sin da subito, hanno profuso ogni sforzo per assicurare continuità didattica ai propri studenti, adeguando gli strumenti di formazione a disposizione alle nuove piattaforme virtuali.

Per questo motivo i rappresentati dei genitori, facenti parte del Consiglio d’Istituto della scuola, presieduto da Pier Carmine Oliviero, hanno deciso di scrivere una lettera alle docenti per aver continuato ad avere contatto, seppur virtuale, con tutti i bambini, per aver portato avanti il programma scolastico ministeriale con passione, amore e caparbietà.

Sono stati abili, si legge nella missiva, a miscelare teoria e pratica, per cercare, anche attraverso giochi, musica ed attività motoria, di regalare attimi di “normalità”

La lettera di ringraziamento, sottolineando la forte resilienza del pull d’insegnanti del Santa Maria, si conclude con l’augurio di tornare presto tra i banchi, ad incrociare dal vivo gli sguardi attenti delle insegnanti, a sfogliare i libri nelle classi lasciate vuote prematuramente ed a ritrovare i compagni di classe; fino ad allora “si continuerà a lavorare all’unisono, consapevoli che i bambini sono il futuro ed il futuro non si ferma”.