Nuovo sciopero di 24 ore in Cotral

Il prossimo lunedì 18 Novembre 2019 le Organizzazioni Sindacali Slm Fast Confsal e Cambia-Menti M410 hanno proclamato uno sciopero della durata di 24 ore con astensione dalle prestazioni lavorative da mezzanotte alle 05:29, dalle 08:30 alle 16:59 e dalle 20 alle 23:59.
Nel rispetto di quanto previsto dalla legge saranno garantite tutte le partenze dai capolinea dalle 5:30 fino alle  8:30, alla ripresa del servizio alle 17 e fino alle 20.

I motivi alla base dello sciopero sono diversi, la S.l.m Fast Confsal fa sapere di voler contestare all’azienda l’Ordine di Servizio n. 30 del 07.06.2019 che prevede l’estensione della verifica dei titoli di viaggio su tutte le corse Cotral, la mancanza di confronto su tematiche quali: percentuale del 40% dei nastri e riserve di bacino, l’eliminazione degli ENC, le percorrenze e l’organizzazione del lavoro dei verificatori. L’altra sigla sindacale Cambia-Menti M410 invece ha indetto lo sciopero perchè contesta e richiede che vengano aumentate le di indennità turno a nastro, venga rispettato l’art.36 CCNL 25/11/2015 e venga equiparato il valore orario dei turni a nastro negli impianti con servizio domenicale in rispetto all’art. 27 art.1 secondo comma CCNL 25/11/2015 nonché della legge 66/2003, 

Tutte le informazioni sulla modalità di sciopero saranno disponibili sul sito internet cotralspa.it e sull’account Twitter@BusCotral.

Nuovo sciopero Cotral, aderiscono 9 sigle sindacali

Il prossimo venerdì 25 ottobre è previsto un nuovo sciopero Cotral: ad essere coinvolte ben 9 sigle sindacali.

Lo sciopero avrà una durata di 24 ore, con astensione dalle prestazione lavorative dalle 8:30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio. Nel rispetto di quanto previsto dalla legge – si legge nella nota – saranno garantite tutte le partenze dai capolinea fino alle 8:30, alla ripresa del servizio alle 17 e fino alle 20.

100 nuovi bus e boom di biglietti venduti per Cotral

Sarà Romana Diesel – concessionaria laziale di Iveco – a produrre i nuovi 100 bus 12 metri low entry per la flotta Cotral. L’azienda italiana si è aggiudicata il secondo lotto della più ampia fornitura di 400 nuovi mezzi. Il primo lotto per 300 veicoli era stato invece aggiudicato lo scorso febbraio. Anche questi bus avranno la manutenzione garantita per dieci anni.

In linea con quanto l’azienda aveva promesso per venire incontro a tutte esigenze della clientela, i Crossway a pianale ribassato sono predisposti per l’accesso alle persone portatrici di disabilità motoria.

Si tratta di veicoli euro 6, equipaggiati con le più moderne dotazioni di bordo, tra le quali prese usb ai sedili per la ricarica di computer e smartphone. L’investimento complessivo dell’appalto è di circa 90 milioni di euro, completamente autofinanziati da Cotral. Ad oggi la flotta Cotral può contare su 427 nuovi bus già in servizio sulle strade del Lazio. 

“L’aggiudicazione del secondo lotto è una nuova tappa del processo di di investimenti intrapreso nel 2015 – dichiara il direttore generale di Cotral, Giuseppe Ferraro – che porterà un significativo abbassamento dell’età media del poco mezzi aziendale. L’ingresso in servizio di questi bus porterà notevoli risparmi e e una forte riduzione delle emissioni inquinanti. Con i 400 nuovi mezzi, l’età media della flotta Cotral sarà allineata a quella europea di otto anni di età.”

Grazie all’introduzione dell’autista controllore crescono anche le vendite di biglietti e abbonamenti con un incremento del 60% nel primo trimestre del 2019 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il trend positivo si conferma anche nella vendita dei ticket singoli con 3,5 milioni di biglietti venduti nel primo trimestre 2019 con un aumento percentuale del 55% rispetto al 2018.

Venerdì 17 maggio sciopero generale dei trasporti che coinvolgerà anche la Cotral

Cotral informa che il prossimo venerdì 17 maggio l’Organizzazione Sindacale USB ha proclamato uno sciopero generale nei trasporti a livello nazionale di 4 ore, con astensione dalle prestazione lavorative dalle ore 8:30 alle ore 12:30. Saranno garantite tutte le corse fino alle ore 8:30 e alla ripresa del servizio a partire dalle ore 12:31.

Tutte le informazioni sulla modalità di sciopero saranno disponibili sul sito internet cotralspa.it e sull’account Twitter@BusCotral.

Di seguito le motivazioni poste a base della vertenza:

  • a tutela e per garantire il reale esercizio del diritto di sciopero e le continue interpretazioni restrittive operate dalla Commissione Nazionale di Garanzia;
  • contro le privatizzazioni e per la nazionalizzazione delle imprese di trasporto;
  • per la salute sicurezza delle operazioni a tutela di lavoratori e utenti, basta omicidi;
  • contro il sistema degli appalti indiscriminati e per la reinternalizzazione delle attività;
  • per la definizione di una reale politica dei trasporti in Italia e per l’avvio dei tavoli sulla riforma dei settori;
  • per ottenere politiche contrattuali realmente nazionali ed esigibili per tutti i lavoratori che impediscano il dumping salariale e dei diritti;
  • per la riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario;
  • per la piena occupazione e contro la precarietà.

La percentuale di adesione USB allo sciopero di 24 ore del 08/03/2019 è stata del 9,9 %