lunedì 26 Luglio 2021
      HomeEventiAl via JazzFlirt Festival 2021 a Minturno, Formia e Gaeta

      Al via JazzFlirt Festival 2021 a Minturno, Formia e Gaeta

      Prossimo alla maggiore età, la coriacea associazione Jazzflirt-Musica & altri Amori presenta la diciassettesima edizione del Jazzflirt festival, con un cartellone ricco di proposte interessanti, alcune delle quali in anteprima nazionale. Anche quest’anno l’Associazione è riuscita a mantenere la continuità delle proprie iniziative, alimentata dall’entusiasmo e dalla generosità dei propri soci, nonché dagli appassionati che popolano il nostro territorio.

      Orchestra Giovanile di Jazz, Roma
      Orchestra Giovanile di Jazz, Roma

      Questa è una delle edizioni più lunghe della storia di JazzFlirt che ospiterà pubblico ed artisti in luoghi suggestivi della zona.

      «Diciassette edizioni rappresentano un traguardo eccezionale», ci racconta Gerardo Albanese, uno dei fondatori di JazzFlirt ancora in sella, «per un festival piccolo, ma tenace, come il nostro che, nonostante la pochezza delle risorse economiche e il periodo pandemico che stiamo attraversando, non solo riesce a mantenere alto il livello della proposta, ma anche a moltiplicare gli appuntamenti grazie alla disponibilità del Comune di Minturno».

      Nell’area archeologica Caposele di Formia si terrà, invece, il concerto dei Roots Magic, col patrocinio del Comune di Formia, mentre sarà ”La Tavola dei Cavalieri” a Gaeta, inserita all’interno della Base Nautica “F. Gioia”, ad ospitare gli altri due ossia Stefano Coppari quartet e Paolo Angeli.

      Stefano Coppari
      Stefano Coppari

      Nel Castello Ducale Caracciolo Carafa di Minturno il 10 agosto verrà presentato l’interessante progetto originale “Boom Collective” di Gaetano Partipilo. Voce sassofonistica dal sound inconfondibilmente “fuori dal coro”, esponente di punta della scena jazz italiana, Partipilo continua a seminare audacia con il suo ultimo lavoro compositivo, riunendo per un “ritratto di famiglia” musicisti di una Puglia molto generosa e creativa in ambito musicale. Il risultato è un lavoro corale dalla vitalità incontenibile: un disco di ampio respiro con una varietà di linguaggi eterogenei guidati dal leader verso un percorso collettivo. Con lui ci saranno Giuseppe Bassi al contrabbasso, Dario Congedo alla batteria, Carolina Bubbico alla voce e tastiere e Angela Esmeralda alla voce.

      Sarà l’arena sportiva “Mallozzi” a Scauri, il 19 luglio, ad ospitare l’ORCHESTRA GIOVANILE DI JAZZ DI ROMA della Scuola Popolare di Musica di Testaccio diretta dal M° Mario Raja e composta da voce, clarinetto, cinque sassofoni, due trombe, un trombone, chitarra, pianoforte, contrabbasso e batteria. Dopo aver affrontato la musica di tre giganti del jazz (Ellington, Mingus e Monk), l’OGJ si cimenterà con le proprie composizioni originali.

      Nell’area Archeologica Caposele a Formia è previsto il concerto dei ROOTS MAGIC il 6 agosto, uno dei gruppi più intensi della nostra scena jazz. Il clarinettista Alberto Popolla, insieme al sassofono di Errico de Fabritiis, al contrabbasso di Gianfranco Tedeschi e alla batteria di Fabrizio Spera costituiscono infatti un formidabile combo, che si muove nel solco della più rovente tradizione creativa nera, attingendo a due estremi della tradizione musicale Afro-Americana. Dal Blues profondo e ancestrale di Charlie Patton, Skip James e Blind Willie Johnson verso il “Jazz Creativo” degli anni Sessanta e Settanta. Un repertorio calibrato intorno all’idea di reinvenzione della radice Blues fra tradizione e innovazione. Per l’occasione il quartetto diventerà un sestetto con la presenza di Eugenio Colombo al flauto e Francesco Lo Cascio al vibrafono, per quella che sarà l’anteprima mondiale di questo nuovo progetto.

      A Gaeta sarà il locale “La Tavola dei Cavalieri” ad ospitare due concerti.

      Il 22 luglio Stefano Coppari Quartet e il 9 agosto Paolo Angeli.

      Stefano Coppari quartet nasce nel 2016 e ha già all’attivo due lavori prodotti dall’etichetta jazz italiana Auand Records “Eureka” e “Scar Let”, ricevendo molta considerazione dalla critica e dalla stampa, che considera il chitarrista “elegante e leggero, stratificato e gustoso”. Loop di chitarra abbinati a melodie lineari, ritmi ipnotici che creano cambi repentini di colori e atmosfere, catapulteranno inaspettatamente l’ascoltatore in momenti sonori spesso contrapposti tra loro senza preavviso. Con Stefano Coppari alla chitarra, ci saranno Nico Tangherlini al pianoforte, Lorenzo Scipioni al contrabbasso e Jacopo Ausili alla batteria.

      Paolo Angeli
      Paolo Angeli

      Il 9 agosto un gradito ritorno quello di Paolo Angeli. Esistono pochi musicisti al mondo come Paolo Angeli. Considerato tra i più importanti innovatori con radici della scena internazionale, è approdato ad una sintesi di linguaggio in cui ha collocato nella contemporaneità la musica tradizionale sarda, tracciando un ponte ideale tra memoria e innovazione, approdando ad una musica d’avanguardia mediterranea. La sua chitarra rappresenta il fulcro della sua attività da solista: uno strumento orchestra – dotato di 18 corde, martelletti come il pianoforte, eliche per la realizzazione di bordoni e melodie assimilabili alla ghironda – suonato in pizzicato, con l’archetto, in funzione rumorista e percussiva. L’improvvisazione costituisce il cuore pulsante delle esibizioni di Paolo Angeli, intesa come materiale di collegamento e come sviluppo delle strutture, che fanno riferimento ai suoi 25 anni di carriera.

      Ben sette concerti caratterizzeranno questa edizione, una delle più lunghe della sua storia, ospitando pubblico ed artisti in luoghi suggestivi della zona.

      «Diciassette edizioni rappresentano un traguardo eccezionale», ci racconta Gerardo Albanese, uno dei fondatori di JazzFlirt ancora in sella, «per un festival piccolo, ma tenace, come il nostro che, nonostante la pochezza delle risorse economiche e il periodo pandemico che stiamo attraversando, non solo riesce a mantenere alto il livello della proposta, ma anche a moltiplicare gli appuntamenti grazie alla disponibilità del Comune di Minturno».

      Info e contatti: 339-5769745/ 338-6924358 / 3357049918

      seguici su facebook: https://www.facebook.com/Jazzflirt/

      sito web: www.jazzflirt.net

      e-mail: info@jazzflirt.net

      ARTICOLI CORRELATI

      LASCIA UN COMMENTO

      Per favore inserisci il tuo commento!
      Per favore inserisci il tuo nome qui

      Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

      - Pubblicità -spot_img
      - Pubblicità -spot_img
      - Pubblicità -

      I PIÙ LETTI

      - Pubblicità -