mercoledì 23 Giugno 2021
      HomeEventiItri, al via i pellegrinaggi dei Sette Sabati 2021

      Itri, al via i pellegrinaggi dei Sette Sabati 2021

      Dopo due anni di sospensione riprendono in presenza i pellegrinaggi a piedi al Santuario della Madonna della Civita, per lo svolgimento dei sette sabati in preparazione all’annuale festa del 21 luglio. A partire da domani, 5 giugno 2021, primo sabato e per i successivi sei sabato, i pellegrini di Itri e di altre località si ritroveranno, nelle prime ore del mattino per salire al Santuario della Madonna della Civita, percorrendo l’antico sentiero della Via Crucis che dalla Valle d’Itri sale verso il Monte Fusco. Il pellegrinaggio a piedi si svolge come è tradizione tra canti e preghiere in onore della Beata Vergine Maria della Civita, patrona di Itri e compatrona dell’Arcidiocesi di Gaeta.

      Appuntamento alle ore 4 davanti alla Chiesa parrocchiale di Santa Maria Maggiore in Itri e prima sosta, per aggregare altri pellegrini, alle ore 5 in località Raino e tutti insieme per salire il monte di Maria. Arrivo previsto ore 7 al santuario che dista dalla città di Itri circa 15 Km ed è situato a circa 700 metri sul livello del mare.

      Arrivati al Santuario, i pellegrini avranno modo di confessarsi, avendo a disposizione i padri passionisti che curano spiritualmente il santuario dal 1985 e partecipare, rinnovati nello spirito, alla celebrazione della santa messa che, di norma, è il parroco o vice-parroco delle due comunità parrocchiali di Itri, rispettivamente Santa Maria Maggiore e San Michele Arcangelo, a celebrare, con la supplica finale alla Madonna e l’antico canto popolare religioso “Da te Costantinopoli”.

      “Quest’anno i sette sabati si inquadrano –afferma padre Antonio Rungi, responsabile delle comunicazioni sociali del santuario- nel contesto del pellegrinaggio nazionale “Ora viene il meglio”, promosso dall’Ufficio del turismo, spettacolo e spor della Cei, con la possibilità di lucrare le indulgenze plenarie, anche al Santuario della Civita che ha aderito a tale progetto nazionale. Anche in questa fase di ripresa delle attività religiose in presenza –ribadisce padre Rungi – vengono ribadite le norme anti-Covid che comunque vanno rispettate e osservate con scrupoloso impegno da parte dei responsabili e dei fedeli che partecipano ai pellegrinaggi organizzati, come quelli dei sette sabati in onore alla Madonna della Civita. Un annuale appuntamento dei devoti e fedeli –continua padre Rungi –  di questo antico e rinomato santuario mariano, che si erge sull’omonimo Monte, dove intorno al 1000 fu trovato la miracolosa immagine della Madonna, venerata da secoli da devoti e fedeli di ogni parte d’Italia e del Mondo, essendo la Madonna della Civita conosciuta, anche perché è stato il primo santuario al mondo ad essere stato consacrato alla Madonna Immacolata nel 1491, 4 secoli prima della proclamazione del dogma”.

      La devozione alla Madonna della Civita è sentita e sincera da parte di tutti e dopo quasi due anni di silenzio “Maria della Civita continua a parlare –scrive padre Antonio Rungi –  al cuore e alla mente dei suoi devoti che a piedi o in auto, moto e biciclette salgono in questi mesi al santuario, in attesa che si riprendono i grandi pellegrinaggi con i pullman, che negli anni passati arrivavano numerosi e stracolmi al santuario della Civita, dove ad accoglierli furono nel dopo guerra i padri Guanelliani e dal 1985 a tutt’oggi noi padri passionisti”.

      ARTICOLI CORRELATI

      LASCIA UN COMMENTO

      Per favore inserisci il tuo commento!
      Per favore inserisci il tuo nome qui

      Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

      - Advertisment -

      I PIÙ LETTI

      - Advertisment -