I contagi da Covid-19 al “Dono Svizzero” di Formia mobilitano il NurSind di Latina

I contagi da Covid-19 al “Dono Svizzero” di Formia mobilitano il NurSind di Latina

La ASL di Latina si è riunita in commissione aziendale per fare chiarezza sui casi positivi di operatori sanitari e pazienti del “Dono Svizzero” di Formia. I lavori, basati su visite ispettive, hanno sortito come risultato che si tratta di un contagio personale di tipo comunitario e non occupazionale.

Ora, in collaborazione con il dipartimento di Prevenzione, la commissione ha deciso di avviare un’ulteriore campagna di sensibilizzazione al fine di prevenire tra il personale comportamenti a rischio contagio fuori dall’orario di lavoro.

Il NurSind Sindacato delle Professioni Infermieristiche, però, non ci sta, tanto che il dottor Giovanni Santucci Segretario Provinciale NurSind, ha deciso di scrivere al Direttore Generale dell’ASL di Latina dottor Giorgio Casati.

Nella missiva, si legge:

“è del tutto inopportuno e discutibile affermare in un comunicato pubblico che il contagio del personale sia di tipo comunitario e non occupazionale, alla luce del fatto è stato riscontrato l’evidente assenza di percorsi protetti e dedicati, distinti e separati; che esistendo unità operative tempo dipendente tra le quali l’Emodinamica o la sala operatoria, i pazienti possono arrivare nelle sale operatorie senza tampone o in attesa di risposta del risultato del tampone antigenico e che successivamente al trattamento in urgenza, il paziente giunge in reparto dove è impossibile isolarlo (vedi Utic), e sviluppare nei giorni successivi la positività”.

Per tali motivi il Sindacato NurSind chiede la revisione immediata del comunicato dimostrando che la salute e la professionalità vanno rispettate e tutelate nelle sedi lavorative non solo con i DPI ma anche mettendo in atto tutti gli idonei strumenti idonei a proteggere i lavoratori in toto nello svolgimento di un lavoro ad alto rischio come in questo periodo.

Leave a comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.