Formia, la Biblioteca Comunale compie 100 anni.

Formia, la Biblioteca Comunale compie 100 anni.

La Biblioteca Comunale “Ten.Filippo Testa” compie 100 anni.

Sembra così lontano quel 28 agosto del 1920, in pieno primo dopoguerra, quando nacque l’associazione culturale “Vitruvio Pollione”, che come primo atto istituì il fondo da cui sarebbe nata questa ormai nota Istituzione di Formia.

La nascita di quella che venne chiamata “Biblioteca Circolante di Cultura ‘Vitruvio Pollione” fu decisa nel corso di una riunione che l’Associazione tenne nella casa del sacerdote, don Gennaro Iovane.

Solo nel 1922, però,  cominciò a funzionare a pieno regime e nel 1923 iniziò a dialogare con le istituzioni culturali di altre città e ad acquistare i suoi primi libri. Furono gli anni in cui si succedettero i primi direttori: Don Gennaro Iovane, Mario Di Fava e Filippo Testa, alla cui memoria è stata poi intitolato l’intero luogo.

Tante le vicissitudini che colpirono nel corso degli anni la prestigiosa “libreria” compreso un periodo caratterizzato da poco spirito di sacrificio e di attaccamento, la seconda guerra mondiale, quando la biblioteca fu depredata dei volumi di maggior valore patrimoniale, e la sua chiusura dal 1945 al 1950.

Finalmente nel 1951 potè tornare a riaprire regolarmente e la direzione fu affidata al Preside dell’Istituto Magistrale del luogo, il prof. Ciro Allegro e nel 1958 il comune permise alla direzione del Banco di Napoli di costruire la sede dell’istituto di credito sul terreno prospiciente l’allora ristorante “La Quercia” a patto che la Direzione del Banco si impegnasse a completare anche il primo piano da lasciare al Comune come nuova sede della biblioteca. Restò comunque chiusa fino al 13 ottobre 1968, quando fu assegnato l’incarico di bibliotecaria alla signorina Anna Di Mascolo.  

Oggi la Biblioteca custodisce 34.433 documenti tra monografie, risorse continuative e materiale non librario. Vanta 4.112 iscritti – come alle origini – prevalentemente studenti. Sono tante le persone che frequentano ogni giorno la biblioteca, segno di come le cose importanti sappiano resistere all’usura del tempo.

L’ Ad maiora alla biblioteca comunale ” Tenente Filippo Testa” arriva dal Vicesindaco nonché assessore alla cultura del Comune di Formia Carmina Trillino:

“Sin dall’inizio dell’assessorato alla cultura ho inteso eleggere la biblioteca comunale a luogo dell’anima della nostra città.

Il particolare momento impedisce una celebrazione del centenario, che comunque festeggiamo conquistando un bando del Mibact per importo di 10.000 euro per acquisto libri”.

Leave a comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.