Le parrocchie di Itri donano 3mila euro al Ver Sud Pontino

In tempi di crisi da coronavirus e di solidarietà si muove anche la Chiesa. In particolar modo, la parrocchia di Itri di Santa Maria Maggiore, annuncia sui social di aver donato all’associazione di volontariato Ver Sud pontino 3mila euro.

Si tratta, come spiegano nel post sui social, di un contributo emesso dalla cassa parrocchiale per aiutare a fronteggiare l’emergenza coronavirus.

Coronavirus, le iniziative solidali dai comuni del sud pontino

L’articolo è in aggiornamento
Premi F5 su computer o switcha sullo smartphone

In questi giorni in cui continuiamo a cambiare le nostre abitudini, a risentirne di più sono soprattutto le persone anziane, a cui si ricorda è sconsigliato anche uscire di casa per fare la spesa.

Diversi Comuni del comprensorio si stanno organizzando con diversi progetti solidali, che cambiano nel nome ma quasi mai nei contenuti.

Gaeta

Prosegue l’iniziativa di solidarietà denominata (ad oggi) “Noi 100… ci siamo!”. Sono infatti 100 gli esercenti che hanno aderito all’iniziativa di solidarietà finalizzata ad alleviare questo momento di difficoltà. Per agevolare la fase di approvvigionamento da parte di quelle persone che in questo periodo non possono uscire di casa, l’Amministrazione comunale di Gaeta ha lanciato la proposta prontamente raccolta da 100 tra commercianti, supermercati, alimentari, enoteche, pizzerie, pub, frutterie, ristoranti, pescherie, pasticcerie, profumerie lavanderie, edicole, di Gaeta e non solo. Un’iniziativa, che sta riscuotendo consensi anche nelle vicine città di Formia ed Itri dove hanno aderito numerose attività commerciali per un’iniziativa che continua a crescere in termini di partecipazione. Saranno loro, una volta raccolte telefonicamente le ordinazioni, ad effettuare gratuitamente le consegne presso il domicilio delle persone richiedenti. Un’iniziativa rivolta esclusivamente alle fasce sociali deboli, anziani con età superiore ai 65 anni e persone diversamente abili. La lista delle imprese solidali sarà aggiornata continuamente e per aderire all’iniziativa si può inviare una mail all’indirizzo: sindaco@comune.gaeta.lt.it.

In allegato l’elenco delle attività di Gaeta, Formia ed Itri che hanno aderito.

Formia

Il Comune di Formia in collaborazione con la Protezione Civile VER sud Pontino è al fianco dei cittadini per affrontare l’emergenza Covid -19.

Partiranno nell’arco della settimana una serie di servizi a supporto delle fasce più a rischio, ma non solo, saranno attivate iniziative e servizi per aiutare tutti, dagli anziani ai più piccoli per sentire la vicinanza e l’attenzione del Comune ma soprattutto della comunità. 

La prima iniziativa partirà proprio nella giornata di domani e va incontro alle misure del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 marzo ed integrato nel Decreto dell’8 marzo. 

Tutte le persone over 70 e o le persone affette da patologie croniche o con stati di immunodepressione congenita o acquisita che non possono uscire di casa per fare spesa di generi alimentari o non possono recarsi in farmacia e allo stesso tempo sono sprovviste di una rete di amici e famigliare che possano supportarli, potranno richiedere il supporto del Comune.

Il servizio sarà attivo già dalla mattina di domani, gli utenti potranno contattare il numero 0771.778357 dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle ore 12:00 e a seguito di una piccola intervista telefonica gli operatori del comune forniranno tutte le informazioni necessarie per organizzare l’assistenza.

“L’Amministrazione Comunale – sottolinea il Sindaco Paola Villa –  vuole dimostrare la sua vicinanza alla popolazione e vuole con l’aiuto degli operatori dei Servizi Sociali e volontari della Protezione Civile concretamente dare un supporto ai cittadini che in questo momento hanno più difficoltà ad affrontare questo momento di emergenza. Mettiamo in campo servizi concreti che possano realmente essere d’aiuto, il nostro unico e solo obiettivo è essere vicino ai cittadini e supportare l’intera comunità”

Minturno

Iniziativa solidale a Minturno per le persone più fragili e vulnerabili che può aiutare anche l’economia della cittadina. Per andare incontro alla popolazione, Confcommercio Lazio Sud – Minturno-Scauri ed il Comune di Minturno, è stato attivato un servizio per ricevere gratuitamente a casa la spesa o altri beni necessari.

“Il progetto che vede coinvolte numerose attività nostre associate della città – ha dichiarato il presidente Antonio Lungo – va incontro alle misure previste dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 marzo 2020, emanato per il contenimento del contagio da Coronavirus, che raccomanda infatti a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o con stati di immunodepressione congenita o acquisita di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di stretta necessità e di evitare comunque luoghi affollati nei quali non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro. Il servizio è attivo dal 7 marzo. Siamo una comunità unita e solidale. Insieme supereremo anche questo momento”.

L’ELENCO DELLE ATTIVITA’:

RISTORANTI / PUB / PIZZERIE

  • Lo Scoglio
    via Lungomare Monte d’Oro
    0771 682284
  • Il Macello Braceria
    via Appia, 470
    3404109503
  • La Nuova Moet
    via Lungomare, 273
    0771 680037
  • New Metrò
    via Appia, 1167
    344 228 6919
  • Locanda Rusticone
    via Appia, 735
    0771 682488 – Servizio da asporto

ALIMENTARI

  • Il Bottegone
    via Appia, 571
    0771 614947
  • Pellicano
    via Appia ang. f. signore
    0771 681386
  • Salumeria da Peppe
    via Appia, 623
    3403579744
  • Dea Sapori Genuini
    via Appia, 554
    0771011691

PESCHERIE

  • Il Peschereccio
    via Appia, 1101
    0771680248

FRUTTERIE

  • Primizie e golosità
    via Appia, 760
    338 955 4916
  • L’Oasi della Frutta
    via Appia, 867
    366 1594467
  • Big Fruit
    via Luigi Cadorna, 7
    3482594125 – 3463233023

MACELLERIE

  • Macelleria Da Enzo e Mena
    via Appia, 793
    340 7655810
  • Nuovo Distretto Alimentare
    via Appia, 577
    0771208705
  • Macelleria Da Carmine
    via Appia, 1105
    0771 614820

PASTICCERIE

  • Cuor di Zucchero
    via Appia, 599
    347 628 1038

PROFUMERIE

  • La Coccinella
    via Appia, 719
    0771613190 – 391.3071319

Fondi

Sarà attivo a Fondi da domani, Sabato 14 Marzo, l’annunciato servizio “ALLA TUA SPESA CI PENSIAMO NOI” con cui l’Assessorato alle Attività produttive del Comune di Fondi, in collaborazione con Confcommercio Fondi e Consorzio Fondi Più, ha predisposto in questa delicata fase di emergenza da Covid-19 la creazione di una rete commerciale di sostegno.

Il servizio è destinato agli anziani e alle persone affette da patologie croniche o con stati di immunodepressione che purtroppo non hanno una rete familiare o amicale su cui poter fare affidamento.

Come funziona “ALLA TUA SPESA CI PENSIAMO NOI”? Basta contattare telefonicamente uno o più esercizi commerciali tra quelli aderenti per procedere all’ordinazione senza maggiorazione di prezzo dei prodotti e concordare le modalità di consegna a domicilio gratuita della spesa, secondo la disponibilità oraria e di personale dei vari punti vendita.

Nelle attività di consegna gli esercenti rispetteranno le norme igienico-sanitarie prescritte dal DPC dell’11 Marzo 2020.

Al tempo stesso le attività di rivendita di generi alimentari rispetteranno le prescrizioni di legge nella eventuale lavorazione e nel confezionamento dei prodotti.

Affermano il Vice Sindaco Beniamino Maschietto e l’Assessore alle Attività produttive Giorgia Salemme: «Questa è la dimostrazione del valore di una vera comunità: il nostro obiettivo è quello di far restare a casa le persone, non solo ribadendolo in continuazione ma anche proponendo soluzioni concrete affinché lo possano fare. Grazie alla sollecita adesione dei nostri commercianti Fondi conferma ancora una volta la sua natura di città solidale. Rendiamo inoltre noto che altre attività commerciali hanno attivato propri canali per il servizio a domicilio».

Si riportano di seguito gli esercizi commerciali aderenti con i relativi contatti telefonici:

– Ditta Massarella Marco, Via Sant’Anastasia n°5580, Tel. 0771/537071, 389/2829259;

– Bar Moreno Sas – Pizzeria, Via Flacca n°88, Tel. 331/8314494;

– Parafarma di Urbano e Varani Snc, Via Arnale Rosso n°68, Tel. 329/6373378 (anche WhatsApp), 0771900601;

– Antica Salumeria Monacelli, Via Vespasiano Gonzaga n°36 (al Cardinale), Tel. 0771/531544;

– L’angolo del Gusto, Via Ponte Nuovo n°4 e 4D, Tel. 328/6160204;

– Macelleria Mattei Enzo, Via Onorato I Caetani n°18, Tel. 0771/510828, 327/6703074 (anche WhatsApp);

– Macelleria Fabrizio Maria Gabriella, Via Itri n°27, Tel. 0771/531756;

– Ristorante Pizzeria Braceria La Canadese, Via Montevago n°2, Tel. 0771/501884, 335/6586683;

– Macelleria F.lli Parisi Oreste ed Antonio Snc, Via G. Ruffini n°10, Tel. 0771/532022, 328/7959384;

– La Bottega della Carne di Sergio Di Vito, Via Arnale Rosso n°113, Tel. 0771/504928;

– Udito Point – Apparecchi Acustici di Alessandro Castaldo, Viale della Libertà n°16, Tel. 320/9754292;

– Punto vendita Casabianca di Forte Raffaele, Via Arnale Rosso n°30/32, Tel. 328/6387270 (negozio), 329/2672560 (Raffaele),

– Erboristeria Luna Bianca Dott.ssa Castellano, Corso Appio Claudio n°113, Tel. 0771/279890;

– Pronto Freddo Srl, Via Duccio Galimberti n°37, Tel. 320/8871328 (anche WhatsApp);

– Pane in Piazza Srl di Macchiusi Silvio, Piazza Matteotti, Tel. 0771/511897, 345/0703833 (anche WhatsApp);

– Sapori Sas di Leone Andrea & C. Sas, Via Francesco Caracciolo n°41, Tel. 328/2698403;

– Ristorante Pizzeria Maruzzella, Via Duccio Galimberti (angolo Via Fucito), Tel. 0771/511871;

– Affruttiamoci di Anna Daniele, Viale Regina Margherita n°74, Tel. 327/0987068;

– Ortofrutticola 2099 di Petruccelli Giovanni, Via Diversivo Acquachiara n°142, Tel. 335/1262386;

– Supermercato Ca. Pi. S.R.L., Via Guado n°1 (località Selvavetere), Tel. 0771/555200;

– Libreria Il Seme, Via San Francesco n°6, Tel. 0771/503934;

– Cartolibreria Linus, Via Stazione n°37, Tel. 0771/512067;

– Antica Macelleria Forte, Via Cuneo n°10, Tel. 0771/500395;

– Suinpollo, Via Madonna delle Grazie n°186-188, Tel. 0771/523066, 353.3439068;

– Lo Stuzzichino di Fondi, Via Caracciolo n°34, Tel. 0771/501742, 349/1480295 (anche WhatsApp).

Itri

A supporto dell’emergenza sanitaria in corso, per agevolare la fase di approvvigionamento da parte di quelle persone che in questo periodo non possono uscire di casa, l’Amministrazione Comunale di Itri ha attivato l’iniziativa “ITRI SOLIDALE” che garantisce il servizio di consegna a domicilio

La lista delle imprese solidali sarà aggiornata continuamente e per aderire all’iniziativa si può inviare una mail all’indirizzo:

suap@comune.itri.lt.it

Al momento hanno prestato la propria disponibilità gli esercizi commerciali indicati nell’elenco allegato.

Il ministero conferma Di Biase assessore di Itri

Dopo oltre tre mesi giunge finalmente all’epilogo la vicenda che aveva interessato l’Amministrazione Comunale di Itri, quella legata alla supposta decadenza del vice sindaco Di Biase dalla propria carica assessorile a seguito delle dimissioni da consigliere comunale.

Sul punto, era intervenuta in maniera pressante la minoranza che aveva addirittura chiesto di invalidare tutti gli atti posti in essere dalla giunta comunale dalla data delle dimissioni del consigliere comunale Di Biase, in quanto sarebbero stati affetti dal vizio di nullità in quanto l’architetto Di Biase sarebbe stato presente in giunta, benché non più in carica come assessore, ipotizzando altresì profili di possibile danno erariale in ragione della corrisposta indennità assessorile.

Il Sindaco Fargiorgio aveva già avuto modo di spiegare sia in un Consiglio comunale che in una riunione della Commissione Bilancio come non fosse percorribile la soluzione interpretativa addotta dalla minoranza, poggiando le due cariche su presupposti normativamente diversi, essendo una di natura elettiva (consigliere comunale) ed una di natura fiduciaria in quanto di derivazione sindacale (assessore).

Sul punto lo stesso Sindaco di Itri aveva chiesto un autorevole intervento interpretativo della Prefettura e quindi del Ministero, al pari della consigliera Maggiarra, uscita dalle fila della maggioranza e passata all’opposizione, che aveva fatto di questo caso un terreno di battaglia politica.

Con nota del 27/02/2020, il Prefetto di Latina, Dott.ssa Trio, richiamando il parere appositamente fornito dal competente Ufficio del Ministero dell’Interno, ha chiarito che, essendo le due cariche distinte e non essendovi nei Comuni con popolazione inferiore a 15.000 abitanti un’incompatibilità strutturale tra la carica di Consigliere e quello di Assessore, le dimissioni dalla carica di consigliere non determinano automaticamente il venir meno della carica di assessore interno, salvo la diversa volontà di quest’ultimo o un espresso atto di revoca da parte del Sindaco.

“Non ho mai avuto dubbi sul fatto che le dimissioni da consigliere dell’arch. Di Biase non si estendessero alla carica assessorile commenta il Sindaco Fargiorgio  trattandosi evidentemente di incarichi diversi e soprattutto ben sapendo, da operatore del diritto, che le norme che riguardano i casi di ineleggibilità, decadenza, revoca della carica di assessore siano da considerarsi di stretta interpretazione e quindi applicabili alle sole ipotesi espressamente contemplate e previste dalla legge. E l’ipotesi contestata dalla consigliera di minoranza non rifletteva alcun caso previsto dalla legge. Tutto qui”.

L’Avv. Fargiorgio ha poi precisato di voler guardare avanti e di non voler perdere altro prezioso tempo in polemiche inutili e pretestuose, essendo obiettivo della sua squadra di governo quello di operare nell’interesse della comunità itrana. “Mi fa piacere aggiunge il Sindaco  che gli organi preposti leggano ed interpretino correttamente le norme così come facciamo noi. E pensare che ci vengono, chiaramente a questo punto in maniera totalmente infondata, lanciate accuse di incompetenza, di illegalità, di illegittimità degli atti. Ma alla fine i fatti dicono tutt’altro e ci danno ragione ed ulteriore entusiasmo di operare per il bene di Itri e non per meri interessi personali, che non ci appartengono”.Area degli allegati