Obiettivo Comune lancia i webinar: domani ospite il presidente del Mof

L’Associazione di Cultura Politica Obiettivo Comune lancia i webinar on line per discutere del futuro del territorio e non solo, post pandemia.

Primo ospite di questi appuntamenti il presidente del Mercato Ortofrutticolo di Fondi il professor Bernardino Quattrociocchi.

“Attraverso questo ciclo di webinar – spiegano dall’associazione – vogliamo che i nostri canali social diventino una “piazza” nella quale riflettere, una cassa di risonanza per diffondere proposte per il nostro territorio, per parlare della realtà che ci circonda e capire ciò che accade nel mondo. Un’occasione per parlare di politica, che poi è parlare di libertà.

Il primo appuntamento è per venerdì 22 maggio alle ore 19,00: sarà nostro ospite il professor Bernardino Quattrociocchi, presidente del Mercato Ortofrutticolo di Fondi e docente di Economia e gestione delle imprese e Produzione e sistemi logistici presso la facoltà di Economia dell’Università degli Studi “La Sapienza” – Sede di Latina.

I canali per seguire i webinar:

Facebookhttps://www.facebook.com/ObiettivoComuneFondi

YouTubehttps://www.youtube.com/channel/UCqLMBZXxHanPSsWjSD5CB1g?view_as=subscriber

“Sconfiggere il virus, Le sfide della sanità” la conferenza in Regione

Dai primi test sierologici asintomatici attorno al 2,17%

Si è tenuta questa mattina la conferenza stampa della Regione Lazio presso l’istituto Spallanzani di Roma alla presenza tra l’altro del presidente Nicola Zingaretti e dell’assessore alla sanità D’Amato.

L’assessore regionale alla Sanità D’Amato

Il dato più importante, reso noto dall’assessore alla sanità in apertura della conferenza, ha riguardato i test sierologici che in questi giorni sta vedendo impegnati personale medico-sanitario e forze di polizia. I numeri li ha spiegati lo stesso D’Amato: “Sono stati eseguiti ad oggi 19.414 test sierologici dove la presenza di Igg riscontrata è stata evidente per 422 soggetti pari al 2,17%. Era quello che attendevamo (intorno al 3%). I 422 sono stati sottoposti a tampone e 9 sono risultati positivi, ovvero con il virus in corso e asintomatici”.

Più di carattere politico l’intervento del presidente Zingaretti che dopo aver ripetuto come un mantra le regole che devono valere continuamente per tutti, ovvero indossare la mascherina, lavaggio delle mani, igienizzazione dei luoghi e la distanza di sicurezza, ha parlato delle scelte strategiche che servono all’Italia e che la Regione Lazio sta già mettendo in campo. Scelte strategiche riassunte in cinque pilastri: una sanità nuova di tipo digitale, test sierologici, obbligatorietà del vaccino antinfluenzale per gli over 65 (almeno fino alla diffusione del vaccino da Covid), attenzione agli anziani e ai più deboli, investire contro il rischio della povertà educativa.

“Io dico ‘grazie’ ai cittadini del Lazio – ha spiegato Zingaretti – i buoni numeri sono figli delle scelte sanitarie regionali, ma anche dei comportamenti dei cittadini che ora sono alla prova della situazione più delicata, quella della ripartenza”.

Tanti i livelli di attenzione consigliati dallo stesso numero uno regionale, dall’idea dei termoscanner in tutti gli uffici pubblici (e non solo), alla richiesta ai balneari e ai ristoratori di conservare i numeri di telefono dei propri clienti (14 giorni per gli stabilimenti e 30 giorni per i ristoranti) così da poter tracciare i casi qualora escano delle positività.

I Messaggi per le Comunicazioni sociali letti in radio dai seminaristi

Sette messaggi in sette giorni. Dal 18 al 24 maggio, ogni giorno alle ore 18.00, i seminaristi della Arcidiocesi di Gaeta leggeranno in radio i sette messaggi scritti da papa Francesco per le Giornate Mondiali per le Comunicazioni Sociali dal 2014 al 2020. Tutti i messaggi saranno disponibili in podcast sulle maggiori piattaforme online, come Spreaker, Spotify e Youtube.

Radio Civita InBlu si prepara a celebrare la 54ma Giornata mondiale delle Comunicazioni Sociali che si celebra domenica 24 maggio sul tema: “Perché tu possa raccontare e fissare nella memoria. La vita si fa storia”. La Giornata si celebra nella Chiesa cattolica il giorno dell’Ascensione; il tema viene annunciato il 29 settembre dell’anno precedente nella festa dell’arcangelo Gabriele mentre il testo vero e proprio è diffuso il 24 gennaio, memoria di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti e dei comunicatori.

Radio Civita InBlu è la Radio on the Road a Gaeta dal 1988. Si ascolta in FM 90.7 Gaeta, Formia, Itri, Minturno, Spigno Saturnia, Baia Domizia e Cellole; FM 101.0 Fondi, Monte San Biagio e Sperlonga; FM 103.8 Itri. Radio Civita InBlu si ascolta anche in streaming su www.radiocivitainblu.it, su smartphone, tablet, tv e speaker sulle maggiori app radiofoniche, come FM-World, TuneIn e Radio.it. Podcast su Spreaker, Spotify e le maggiori piattaforme. Infoline al 348.8881447.

#chiciseparera

Inadeguato il "fondo emergenza" per le emittenti locali

Fondo emergenza emittenti radio e tv locali: del tutto inadeguato l’importo del fondo previsto dalla bozza di decreto legge per un comparto impegnato in prima linea e che in piena pandemia, pur subendo una drastica riduzione dei ricavi, ha sempre svolto il proprio ruolo di pubblico interesse sul territorio.

La bozza del cosiddetto “Decreto Rilancio” preannunciato dal Governo prevede lo stanziamento di un Fondo emergenza emittenti locali pari a 20 milioni di Euro che risulta del tutto insufficiente ed inadeguato per un settore in crisi che dall’inizio della pandemia con coraggio e senso di
responsabilità non ha mai interrotto la diffusione di una informazione puntuale ed affidabile
continuando a svolgere il proprio ruolo di servizio di pubblico interesse sul territorio. Tale ruolo è stato confermato dal notevole incremento degli ascolti registrato dal comparto durante il lockdown. È, pertanto, assolutamente necessario riconsiderare uno stanziamento adeguato per la continuità del comparto radiotelevisivo locale che, oltre a garantire l’irrinunciabile pluralismo dell’informazione ed una informazione puntuale e verificata, dopo il periodo emergenziale risulterà quanto mai strategico anche per rimettere in moto le economie dei territori basate sulle Pmi che producono il 58% del fatturato dell’industria italiana.

Le radio locali – ha spiegato anche il nostro direttore don Maurizio Di Rienzo – non hanno mai ‘chiuso’ in questa emergenza, continuando a trasmettere musica, informazione, aggiornamenti, intrattenimento. Da anni si assiste a un calo del sostegno all’emittenza radiofonica, sia commerciale che comunitaria, mentre aumentano gli ascolti del mezzo radiofonico. Radio Civita InBlu si associa all’appello delle associazioni di categoria, in particolare il Corallo, nel chiedere maggiore attenzione da parte del Governo”.