HomeLatinaBraccio mozzato nelle campagne, non si può morire così

Braccio mozzato nelle campagne, non si può morire così

Getting your Trinity Audio player ready...

Sgomento in provincia di Latina con la notizia che è arrivata fin su tutti i media nazionali.

È morto a Roma nella giornata di mercoledì, presso l’ospedale San Camillo, il giovane di 31 anni indiano Satnam Singh che lunedì era stato scaricato dinanzi casa tra le campagne di Latina, a Borgo Santa Maria, con il braccio mozzato a causa di un incidente sul lavoro.

Sconcerto per questo drammatico fatto di cronaca che ha riportato al centro dell’attenzione dei media il fenomeno dello sfruttamento del lavoro dei braccianti anche nel territorio pontino e del sud del Lazio. Il povero defunto non aveva neppure un contratto regolare.

Intanto i datori di lavoro sono stati denunciati per omissione di soccorso e lesioni personali colpose e che ora sicuramente vedranno aggravata la propria posizione. Rischiano un accusa per omicidio colposo.

Sostieni Radio Civita InBlu

Ci impegniamo a fare informazione, in radio, sul web e sui nostri social. Aiutaci e sostieni il nostro lavoro e la nostra passione.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

- Pubblicità -

I PIÙ LETTI

- Pubblicità -
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com